Il canto

Anna Rovera: Non son più a posto, oh, ma io, io cantavo sempre da prima, oh, io cantava sempre da prima e poi c’era una sorella di Gian PInemàt, Tinòt si chiamava, aveva un basso, e aveva voglia anche di cantare quello, quando potevamo cianté, cianté, eravamo andati all’erba, arrivavamo con la gerla, poi ci fermavamo in qual­che posto perché eravamo stanche e chielo voleva subito ciantàr, cianté “Ciantùmo”. E suo papà era vedovo, suo papà erano proprio della gente allegra, suo papà era vedovo e non le diceva niente che cantavano e con la mamma diceva, mia mamma poi diceva “Gian Pinemàt, si era serio, li faceva ascoltare, sai, i figli e mia mamma ha detto: “Io gli ho detto se te Gian a che i giue, la mio e la vostro ciantèn, lasèn chi ciantèn, a ciantàr i fan nèn de màl”. Mamma sì, mia mamma ha detto: “Io ho paura, suo papà poi la sgridava, la sua, perché era vedovo” “Lasèn che ciantèn, a ciantàr i fan nèn de màl “, vedi anche suo papà…, si chiamava Tinòt , ah ma che voglia di cantare che aveva, ma erano tutti allegri, anche loro.

Intervista

da https://associazioneborgataghio.net/2021/08/06/lintervista-dopo-il-racconto-di-quella-che-la-matrigna-laveva-buttata-nel-pozzo/

” In quanto prodotto della cultura del mondo popolare la ballata è sempre legata alla realtà materiale dell’esistenza e in questo consiste il suo valore di documento storico”
R. Leydi e S. Mantovani, Dizionario della musica popolare europea, Milano 1970

“Anche nelle ballate più fantastiche c’è riflessa una concreta realtà e specifiche convenzioni sociali sono rispecchiate nei componimenti apparentemente più leggendari e in quelli di contenuto magico e miracoloso”
A.L. Loyd, Folk Song in England, London, 1977

Le ballate

Le filastrocche

Il corteggiamento

Ninetta bella fatti un po’ veder, cantano Anna Rovera (Nina) e Maria Fuso (Marieta)

Le allusioni

Là ‘n tel Bosc sutan, canta Anna Rovera, 7.12.1977

Il matrimonio

Mare mia deme Giuan, canta Anna Rovera, 23.05.1989
Mama mia mi voi marito, canta Anna Rovera, 23.05.1989
Grilli e furmìa, canta Anna Rovera, 7.12.1977
La disgrasia d ‘ na pauro fia, canta Anna Rovera, 7.12.1977
L’han purtala tànt luntàn 1 parte, canta Anna Rovera, 7.12.1977
L’han purtala tànt luntàn 2 parte, canta Anna Rovera, 7.12.1977
Mamma la mammia mia, cantano Anna Rovera (Nina) e Maria Fuso (Marieta)
O che nora mpertinenta, canta Anna Rovera

La guerra

Coraggio coraggio coscritti, canta Anna Rovera, 7.12.1977
Tu vuoi che mi innamori, cantano Anna Rovera (Nina) e Maria Fuso (Marieta)
Macchinista di Dronero , canta Anna Rovera, 7.12.1977

Piccoli scherzi

Madama Cantarana, canta Anna Rovera, 23.05.1989
La lumasolo nero, canta Anna Rovera, 7.12.1977
La pulio va’ ‘l mercà, canta Anna Rovera, 7.12.1977
Sla cula montagna, canta Anna Rovera, 23.05.1989

Giochi

Truinìn, canta Anna Rovera
Chesti isì vai al mulìn, canta Anna Rovera,

Cara Ninetta, cantano Anna Rovera (Nina) e Maria Fuso (Marieta)

La mia partenza, cantano Anna Rovera (Nina), Maria Fuso (Marieta), Elena Rovera, Carola Cantamessa, Angelo Cassinelli

Il carnevale

E ‘l Carleve va via, canta Anna Rovera, 7.12.1977
La questua delle uova, canta Anna Rovera

Il denaro

Me pare l’ha vendù l’aso, canta Anna Rovera, 23.05.1989
O sunadur suonate bene (l’ai ‘ngagià la camisola), canta Anna Rovera, 23.05.1989
Viva l’allegria, canta Anna Rovera, 23.05.1989

Ninne nanne

Ninna o ninna o, canta Anna Rovera, 7.12.1977
Nanna naneta, canta Anna Rovera, 7.12.1977

Il futuro

Dicon che il 32, cantano Anna Rovera (Nina) e Maria Fuso (Marieta)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...