I bestiette piciote

Giuseppe Rovera

Testimone: Anna Rovera nata a Dronero il 27/02/1909, morta a Bra nel maggio del 2002
Intervistatrice: Elena Rovera
Luogo e data della registrazione: Bra, 29 marzo 1996

Una volta c’era un bel gattino, un signore che aveva un bel gattino, grigio con un po’ di bianco sopra, era intelligente, e il suo padrone leggeva sempre il giornale e poi , il giornale, come si fa uno lo mette lì e il gattino leggeva, sempre il giornale del suo padrone . Una volta legge il giornale e vede che volevano uccidere tutte le bestie piciote. Oh, ha detto, qua ,io son piccolo, mi uccidono, io vado via, m’incammino e vado via. Allora si e incamminato, è andato via ed è passato su lì da Marseila, per andare alla Casetta.

E’ passato lì e c’era un agnellino che pascolava, l’agnellino era anche piccolo, era un beru, noi diciamo un berulìn, perché era maschio, ha fatto “beee” e il micino ha detto, sai loro si son parlati nel suo dialetto, quello ha detto “beee” , voleva dire ” ando vas?”. E lui ià dì “Io vado via ,perché sun piciòt e ho letto sul giornale che vogliono uccidere tutte le bestie piccole, vado via”.

L’agnelletto ha fatto beee, anch’io son piccolo, vado via con te”

Ha detto “Vieni, ci facciamo compagnia”. E allora camminavano  son passati là dal Bacias e là c’era anche un galletto che si cercava da mangiare come fanno le galline, ha detto “chicchirichì” e loro han dette “Se vuoi venire con noi” “E deve andate?” “Noi andiamo via perché ho letto sul giornale che vogliono uccidere tutte le bestie piccole” Oh, ha detto, vengo anch’io, io sono anche piccolo” “Eh, ben ci facciamo compagnia” Andavano, son passati su lì dalla Casetta, andavano così, senza meta, son passati lì sotto un cespuglio e lì c’era anche un uccello, che cominciava già a ritirarsi, era un corvo, la chiamavano Cumare Beccasso e ha detto “E dove andate, per dove siete incamminati voialtri? Che adesso è già tardi”. “Fan detto ‘Noialtri andiamo via, perché qui vogliono uccidere tutte le bestie piccole.” A dì “Oh, io sono anche piccolo e vengo con voi”. Han detto “Se vuoi venire”. Allora erano già quattro, andavano, son passati lontano lassù, son passati sui Chiòt e hanno trovato, si faceva già notte, e han trovato un grangia, perché lassù sui monti ci sono le grange e hanno detto “fermiamoci qui in questa casetta, questa è una grangia” . E allora subito sembrava che dentro ci fosse della gente; allora han dette “Adesso come facciamo, non andiamo dentro perché , se voglione uccidere le bestie piccole” Han detto “Oh, andiamo sul tetto, mettiamoci sul tetto” Han detto “Sì, sì” e son saliti tutti sul tetto. E quando erano là, sul tetto, l’agnellino si è messo a dire “Ma io mi scappa la pipì, adesso come faccio, devo fare la pipì”, e i suoi compagni, i suoi amici che erano as#sieme, han detto “ha tu hai la lana, girati con le gambe insù, e quello bagna la lana.” “E va bene”, Allora, si è girato con le gambe insù, ma girandosi con le gambe insù è rotolato, è rotolato , è caduto e lassù dal tetto. cadendo, è caduto quasi là davanti alla porta, ha fatto “Tuun” E quelli erano ladri, che erano stati a rubare e si parteggiavano i soldi, ma sai i ladri hanno sempre la paura dei carabinieri, sentono fare quel colpo : oooh, si son messi tutti a scappare, sono scappati via, han dit “Oh, qui c’è i carabinieri che ci cercano” ; e l’agnellino era là giù in terra, non si è fatto male, era nella lana, si è guardato un po’ intorno una cosa e un’altra e poi ha detto “Guarda che non c’è più nessuno,non c’è più nessuno qui sotto, sono scappati, va a vedere”. Allora li ha chiamati, ha dì ” Voialtri venite giù,non stiamo sopra perché è la notte,qui non c’è più nessuno, sono andati tutti io non so e stiamo dentro”. Allora gli altri son scesi e veramente non c’era nessuno; han dì “Come stiamo bene, così che piova, che faccia quello che vuole, noi stiamo qui in questa grangia”. Allora poi han pensato a dove mettersi a dormire e il gattino ha detto “Fa io mi metto sempre, sulla pietra del fuoco, davanti al camino”, sai i gatti sono fatti, cercano sempre il caldo, e Comare Beccazzo ha detto “No, io mi metto sul tavolo, perché sai gli uccelli loro vogliono essere in alto e compare Gia, il galletto ha detto “Io mi metto sulla cappa, del fornello” e 1′ agnellino ha detto “Ma io mi metto qui dietro la porta, così se passa qualcuno”. E erano quattro e “Stiamo solo in pace” . E allora si son messi a dormire tranquilli, mentre quelli là che erano i ladri, e gli dispiaceva di aver lasciato i soldi che avevano rubato, e avevano uno insieme, era giovane, era quasi un ragazzo e gli han detto ” Guarda,  se vuoi andare là noi ti paghiamo bene, tanto, se ci sono i carabinieri tu non dire noi chi siamo, tu dici che sai niente e, se non c’è nessuno, prendi i soldo, i soldi son là sul tavolo e vieni via”. E il ragazzo ha detto ” Adesso vado ”. Allora lui, le bestiete dormivano tutte e arriva quel ragazzo ma facendo attenzione, una cosa e un’altra, e era scuro, e loro gli avevano dato dei fiammiferi; “Te’ accenditi la candela che era là. E quel ragazzo ha guardato dove era il fuoco perché non sapeva.: e il gattino ha sentito del rumore e ha aperto gli occhi, e il ragazzo ha visto luccicare qualcosa, e ha detto ” Là c’è ancora un po’ di fuoco, io accendo il fiammifero, allora il ragazzo va là, mette il brichet lì, e il gattino, per carità, quello gli ha fatte male, ‘uah’, gli è saltato subito addosso , come gli è saltato, eh, i

gatti graffiano  si è messo graffiarlo tutto per la faccia , e lui oh per carità si

parava quello e comare Beccazza che era lì sul tavolo e ha detto “Ma che diavolo è arrivato qui”

allora gli è volata lei sulle spalle e poi lo beccava di qua e di là e quel ragazzo si parava : il gallo sente anche , ha detto “Ch, ma cosa è avvenuto qui dentro, chicchirichì, tiramelo su che mi vol pichelu”.

Allora quel ragazzo ha detto “Adesso qui son, mi uccidono”, guardava solo dove c’era la porta, ma era allo scuro per poter ancora uscire Si sveglia anche il beru,l’agnellino, ha visto il ragazzo che voleva uscire, si è alzato, gli ha dato due cornate qui nella schiena, due cornate, 1’hanno gettato fuori. Ah, quel ragazzo a dì: “Per carità ha ancora trovato la porta per uscire, ma quando è arrivato dai ladri e loro gli hanno detto “Beh?” Voialtri sapeste che cosa c’è là dentro, io non so,guardatemi come sono, io ho ancora potuto uscire” Han detto “Ma cosa c’è?”

“Ce n’era uno con una frusta che mi picchiava, sai cosa sone le fruste? guardate la mia faccia” difatti sanguinava tutto perché il gatto l’aveva tutto graffiato e poi è venuto uno con un martelletto, io non so se era un calzola#io, mi ha dato delle patelle sulla testa, la beccazza lo beccava, “e poi ce n’ era uno, a dì, “tiremelu su che mi voi’mpichelu” e mi volevano impiccare: e io non trovavo più la porta , allo scuro, passo lì dalla porta, non so che cosa c’era lì, se c’era un diavolo, mi ha dato due patelle nella schiena, ho la schiena mezza rotta: io là non ci vado mai più;andate voialtri, se volete andare”

Ha detto “Non ci vado mai più” e così le bestiete al mattino si son guardate un po’ lì e un po’ là. C’era un mucchio di soldi e han capito “Ah, qui c’era i ladri” . Allora le bestiete si son prese un po’ per uno dei soldi, e ha detto “Ben, se nessuno ci viene più a disturbare , ah, noi, adesso stiamo qua. Non ci uccidono perché non sanno dove siano noi e noi siamo piccole: per adesso non andiamo più a casa”. E sono state là le bestiete piciote, si con salvate.”

“E’ finita, così?”

“I bestiete piciote sì: sono state insieme c’era la campagna, allora andavano in campagna a mangiare il berulin e la beccazza eh.

I bestiette piciote – seconda versione

Testimone: Giuseppe Rovera nato a Dronero il 12.10.1915, morto a Magliano Alfieri il 29.01.1992.
Intervistatrice: Elena Rovera
Luogo e data della registrazione: Bra, 27.01.1990

Sguardo verso la seliera. La foto è stata scattata da Marco Crema in data 18.08.2021.

Un pensiero riguardo “I bestiette piciote

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...